just fresh ideas
play
play
play
play
Refresh info@kiwidigital.it

adidas #cityrunners

Un'operazione di Digital PR per riconquistare il mercato del running.

Obiettivi:

  • Riappropriarsi del mercato del running, intercettando un nuovo target.
  • Supportare il lancio della tecnologia Boost e di tutte le collezioni.

La nostra idea.

Creare la prima running community di blogger e influencer.

Cosa abbiamo fatto.

Fase 1°

  • Abbiamo coinvolto 42 blogger e influencer milanesi provenienti da diversi ambiti: food, moda, musica, arte e cultura. Con l’aiuto di un team di allenatori professionisti, li abbiamo allenati come dei veri atleti portandoli a correre la loro prima maratona in staffetta.
  • Abbiamo creato una vera squadra, con una bandiera: #cityrunners

Fase 2°

Dopo aver fatto sbocciare la passione per la corsa, abbiamo creato una vera e propria community, che è arrivata a contare oltre 200 tra blogger, influencer, celebrity e sportivi. Per 24 mesi, abbiamo creato allenamenti, eventi esclusivi, incontri con sportivi e "celebrity runner”, fornendo lo spunto per storie e racconti spontanei.

Altre operazioni a supporto:

Brand identity e gadget design.
Comunity management.
Evento #Cityrunners party @ Villa Necchi Campiglio.

Press

I risultati.

#cityrunners 1° nei Trend Tweet Italia 

Più di 200 influencer, blogger e celebrity coinvolti

Più di 7.000 post sui social

Più di 3 milioni di reach e 7 milioni di impression

Next

Havana Club Mojito Doc

Il vero mojito cubano merita un rum cubano.

Obiettivo:

Riconquistare il mercato del mojito in Italia.

La nostra idea.

In Italia, nessuno sembra conoscere la ricetta originale del mojito. Abbiamo quindi provocato un dibattito online su di essa e comunicato solo in un secondo momento l’ingrediente principe del mojito: Havana Club, il rum cubano per eccellenza. Per ridare a Havana Club ciò che è di Havana Club.

Cosa abbiamo fatto

Fase 1

Abbiamo realizzato una video inchiesta, sotto falso nome, per un finto TG cubano. Il video è stato condiviso sui social da blogger e influencer e, in seguito, dal canale ufficiale di Havana Club. Questo ha acceso numerose discussioni sia tra i consumatori che tra i bartender.

Fase 2

I consumatori, colti nel vivo, hanno reagito e dato sfogo alla loro passione con #mojitoflop segnalando i peggiori mojito mai serviti e discutendo e rivendicando il valore dell’autentica ricetta cubana.

Fase 3

Sulla scia della mobilitazione degli utenti, Havana Club ha reagito con il sigillo di garanzia Mojito DOC - Di Origine Cubana. Un impegno concreto per la diffusione e la tutela dell’autentica ricetta cubana.

Fase 4

Abbiamo accettato il supporto degli utenti dato attraverso like, share, foto e commenti. Abbiamo risposto in real time, avvicinandoci molto al target. Abbiamo sviluppato un piano social a supporto dell’operazione che ha generato una reach complessiva di 7.800.000.

Atre operazioni a supporto:

Digital and social PR.
Mojito DOC website.
Tour on-trade Mojito DOC.

I risultati.

Oltre 100.000 interazioni spontanee

Più di 2,5 milioni di video view

Più di 7 milioni di reach

Più di 46.000 fan in 4 mesi (+50%)

3.683 mojito realizzati in 35 serate

Next

MC DONALD’S The Blind test

McDonald’s sfida il pregiudizio con un esperimento davvero speciale.

Obiettivo:

Riaffermare la leadership di McDonald’s nel mondo degli hamburger.

La nostra idea.

Sfidare il pregiudizio dei consumatori attraverso un esperimento che ha visto inconsapevolmente coinvolti food-blogger e giornalisti: un assaggio al buio del panino tanto discusso.

Cosa abbiamo fatto.

Abbiamo creato un’hamburgeria temporary a Milano sotto falso nome ma con una vera cucina McDonald’s. Abbiamo invitato gli ospiti per l’inaugurazione e abbiamo servito loro un nuovo panino.

Abbiamo sorpreso i nostri ospiti svelando, solo dopo la degustazione, il brand McDonald’s.
Attraverso telecamere nascoste, abbiamo filmato le reazioni incredule degli invitati.

Il video racconto dell’esperimento è diventato un contenuto social altamente virale, spunto di discussione sui social e sui i principali media nazionali.

I risultati.

Più di 26 milioni di impression totali
Più di 3 milioni di video view sui social

Press
Next

AXA #theAXAdemy

Un recruitment social alla ricerca di tre supereroi da inserire nel mondo del lavoro.

Obiettivi:

  • Accrescere l’awareness sui millennial.
  • Intercettare i prospect più promettenti da inserire in azienda per un percorso di stage.
  • Fare employer branding.

La nostra idea.

Creare #TheAXAdemy, la prima accademia di formazione post-laurea pensata per i supereroi di domani. Sono i giovani che pensano in modo straordinario, che non hanno particolari poteri ma sono “nati per proteggere” la gente comune.

Cosa abbiamo fatto.

Fase 1

Su LinkedIn, Facebook e Monster è comparso un singolare annuncio di lavoro: un video-annuncio indirizzato ai giovani supereroi collegato a un innovativo processo di selezione. I candidati sono stati oltre 1500.

La selezione è avvenuta attraverso una piattaforma interattiva:

  • un video di brief e preparazione;
  • un processo di registrazione e di caricamento dati e curriculum;
  • alcuni brevi test attitudinali;
  • caricamento della video-candidatura.

Fase 2

Tra tutti i profili che si sono candidati, sono stati selezionati i 30 supereroi che sarebbero entrati all’AXAdemy. Abbiamo fornito loro #theAXAdemy e un social wall. Grazie a questi due semplici strumenti, è nato uno storytelling social completamente spontaneo.

Altre operazioni a supporto:

Workshop “Be Social”.
Sviluppo recruiting platform.
Social content e community management.

I risultati.

Oltre 600 video candidature in target
Più di 1.000 interazioni spontanee sui social #theAXAdemy

Next